Volley, Nations League 2019: Italia-Giappone 3-1, le pagelle degli azzurri. Nelli scatenato, Anzani granitico, che ingresso di Lavia!

L’Italia ha sconfitto il Giappone per 3-1 a Varna (Bulgaria) conquistando la quinta vittoria nella Nations League 2019 di volley maschile, gli azzurri si sono imposti contro i coriacei nipponici dopo oltre due ore di battaglia e rimangono in corsa per la Final Six. Di seguito le pagelle dei ragazzi del CT Chicco Blengini.

GABRIELE NELLI: 8. Protagonista indiscusso nel terzo e nel quarto set dove trascina la squadra a suon di bordate, l’opposto non si tira mai indietro, attacca da ogni zona del campo e chiude con 24 punti all’attivo (50%) confermandosi ad altissimi livelli.

SIMONE ANZANI: 7,5. Semplicemente granitico: 5 muri, 7 su 10 in attacco, invalicabile. Il centrale gioca la sua miglior partita in questa Nations League e inizia a ingranare, sta carburando in vista degli incontri di spessore. Encomiabile nel terzo set dove timbra due muri iniziali e giganteggia con due colpi in attacco creando il solco definitivo.

ORESTE CAVUTO: 7+. Il giovane schiacciatore ha bisogno di giocare tante partite a questi livelli, Blengini continua a dargli fiducia e pian piano sta crescendo come ci si aspettava: suo il punto che chiude la contesa, conclude con 11 punti all’attivo (50% in attacco) e può guardare con fiducia al futuro.

OLEG ANTONOV: 6. Prova un po’ sottotono per l’esperto martello che non fornisce il contributo che vorrebbe, a metà del terzo set lascia spazio a DANIELE LAVIA (7,5) che si scatena mettendo a segno 8 punti (quarta frazione da protagonista assoluto con una varietà di colpi impressionante).

SIMONE GIANNELLI: 7. Nelli è in giornata, Cavuto e Lavia sono molto caldi: gestisce la situazione con grande freddezza, non si tira mai indietro nella battaglia corpo a corpo dove dimostra la freddezza del veterano nonostante la giovane età.

FABIO BALASO: 7. Tiene benissimo il campo nel sempre duro confronto con i nipponici, risponde con delle buone difese soprattutto nella seconda parte dell’incontro e piace in fase di recupero.

ROBERTO RUSSO: 7. La sostanza è la dote di casa: 3 muri, 4 su 6 in attacco, 1 ace, 8 punti, impenetrabile: il tabellino parla da solo per il centrale.

DAVIDE CANDELLARO, RICCARDO SBERTOLI: S.V. Entrano solo per alcuni scambi.

Non entrati: Giacomo Raffaelli, Matteo Piano, Nicola Pesaresi, Giulio Pinali.

 





Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: FIVB