Tuffi, Grand Prix Bolzano 2019: Cagnotto-Dallapè seconde. Francesca: “Dobbiamo allenarci di più. Ma da novembre…”. Tania: “Non siamo ancora pronte”

Work in progress, banale ma reale. Step by step, tuffo dopo tuffo, crescono o provano a farlo le mamme volanti Tania Cagnotto e Francesca Dallapè, che al rientro internazionale, dopo il secondo posto agli Assoluti di venti giorni fa, concludono con 261.30 punti (quasi 60 punti oltre la loro media abituale negli anni d’oro) per un secondo posto al Grand Prix di Bolzano che tiene vivo il sogno Tokyo 2020; davanti a loro solo le cinesi Xiaohui Huang e Ying Wei con 293.10, mentre sono terze le tedesche Jana Lisa Rother e Friederike Freyer con 247.20 punti.

Le azzurre sono addirittura in testa (un classico, in realtà) dopo le prime due serie – l’ordinario avanti carpiato e il rovesciato carpiato valgono 96.60 punti contro i 94 20 delle asiatiche – ma poi pagano qualche imperfezione nel doppio salto mortale e mezzo avanti con un avvitamento (48.60).

 GP21793
LE PAROLE DI DALLAPE’ E CAGNOTTO AI MICROFONI RAI 

Francesca: “Sicuramente un’emozione ancora diversa rispetto ai campionati italiani. Sento che c’è stato un miglioramento. Sono più soddisfatta rispetto alla gara precedente. Piano piano stanno ritornando le sensazioni positive di un tempo, ma certo al momento c’è ancora tanto lavoro da fare. Questi sono solo dei passaggi. Dobbiamo allenarci un po’ di più, eravamo tese, per tensioni diverse sicuramente. Il sogno Tokyo 2020 è proprio un sogno: è una gara molto selettiva, vi partecipano solo otto copie. Anche in passato non fu facile qualificarsi. Adesso dobbiamo impegnarci un po’ di più, dobbiamo incrementare gli allenamenti. Obiettivo? Provare a ritornare quelle che eravamo prima. Ma lo vedremo solo verso novembre-dicembre”.

Tania: “Ci stanno facendo tutti il tifo, anche il mondo delle mamme e questo è bellissimo. Sono stata sorpresa non tanto dalla pressione di gareggiare in casa, ma dal rivedere gente che non vedevo da tre anni. Ero un po’ imbarazzata. Mi devo riabituare a tornare in questo mondo, a livello internazionale. Onestamente non eravamo e non siamo ancora preparate. C’è ancora tanto da lavorare. Quella di Bolzano era una prova per rientrare un po’ in forma, pian piano. Sì, la nostra è una bella follia. Non riesco ancora a metterci tutta la ‘testa’ che ci mettevo prima, non so se ci arriverò mai con una bimba. Però per me l’obiettivo è riuscire a fare una stagione senza pressione. Saltare solo per divertimento, ecco. Quello che abbiamo raggiunto tanto non ce lo toglie più nessuno”.

Fratelli sul podio. Alla prima uscita internazionale ufficiale Maicol (Fiamme Oro/Bolzano Nuoto) e Julian Verzotto (Bolzano Nuoto) sono ottimi terzi dalla piattaforma sincro con 358.92 punti; gara dominata dai cinesi Ling Yang e Song Yuan che vincono con 401.97, con i russi Igor Vnukov e German Stroev secondi con 376.29.  Spunti decisamente di rilievo dalla gara degli azzurri con uno strepitoso triplo salto mortale e mezzo avanti carpiato (72.00) e un doppio salto mortale e mezzo indietro con un avvitamento e mezzo (71.04) da circoletto rosso. “Possiamo solo crescere – commenta l’esperto Maicol, quattro medaglie tra Mondiali ed Europei, e allenato da Max Brick – Nel programma del Grand Prix non abbiamo messo tuffi con coefficiente più elevato: siamo andati in sicurezza. Obiettivo è qualificarsi per la World Cup 2019, e successivamente strappare il pass per le Olimpiadi di Tokyo 2020“. Gli fa eco l’emozionato Julian: “Saltare con mio fratello vicino è sempre stato il mio sogno – sottolinea il 17enne altoatesino, seguito da Christopher Sacchin – Dopo un anno siamo già ad ottimi livelli: i margini per migliorare ci sono tutti“.

 GP21948

STREPITOSA JODOIN DI MARIA – Il programma pomeridiano si è aperto con le semifinali A e B (avanzano i migliori tre di ciascuna) del trampolino 3 metri maschile.  Lorenzo Marsaglia, inserito nella A, e Giovanni Tocci, nella B, accedono alla finale con il terzo punteggio.  Il 22enne romano – allenato da Benedetta Molaioli, tesserato per Marina Militare e CC Aniene e sesto agli Europei di Edimburgo 2018 –  peggiora leggermente il punteggio del mattino (386.85), a causa di una lieve sbavatura nel triplo salto mortale e mezzo indietro raggruppato (59.40) e successivamente nel triplo salto mortale e mezzo rovesciato raggruppato (56.00), e chiude con 382.05 punti. Migliora, invece, rispetto alle eliminatorie (378.80) il 24enne calabrese – tesserato per Esercito e Cosenza Nuoto, seguito da  Lyubov Barsukova e argento agli Europei in Scozia e a Londra 2016 e bronzo iridato a Budapest 2017 dal metro – che tira fuori dal cilindro un eccellente triplo salto mortale e mezzo avanti carpiato (77.50) e un doppio salto mortale e mezzo ritornato carpiato di livello (67.50) e conclude con 390.60 punti.

 GP20737

Finale della piattaforma per Noemi Batki seconda con 260.30 punti nella semifinale A e per una strepitosa Sarah Jodoin Di Maria che chiude davanti a tutte con 298.30 punti la B. La 31enne nata a Budapest ma giuliana d’adozione e vice campionessa europea – preparata dal tecnico federale Domenico Rinaldi, tesserata per Esercito e Triestina Nuoto – parte male con il triplo salto mortale e mezzo avanti carpiato e il doppio salto mortale e mezzo indietro con un avvitamento e mezzo, che insieme sommano appena 89.70 punti,  poi si riprende e infila un bel triplo salto mortale e mezzo ritornato raggruppato (64.00).  La 19enne italocanadese – allenata dallo stesso Rinaldi, tesserata per Marina Militare ed MR Sport F.lli Marconi – non accusa minimamente la tensione e conduce una prova esemplare, nella quale spiccano i 61.50 punti del triplo salto mortale e mezzo avanti raggruppato e i 60.80 del verticale con doppio salto mortale indietro con un avvitamento e mezzo.

 GP21388

RISULTATI SEMIFINALI E FINALI PRIMA GIORNATA GRAND PRIX BOLZANO

– venerdì 14 giugno

Trampolino 3 metri mas – semifinale A
1. Xiaohu Tai (CHN) 446.10
2. Peter Mai (CAN) 391.95
3. Lorenzo Marsaglia (ITA) 382.05 qual. in finale

Trampolino 3 metri mas – semifinale B
1. Sebastian Morales (COL) 408.00
2. Daniel Restrepo (COL) 405.45
3. Giovanni Tocci (ITA) 390.60 qual. in finale

Piattaforma fem – semifinale A
1. Minje Zhang (CHN) 288.60
2. Noemi Batki (ITA) 260.30 qual. in finale
3. Ellen Ek (SWE) 255.85

Piattaforma fem – semifinale B
1. Sarah Jodoin Di Maria (ITA) 298.30 qual. in finale
2. Celina Toth (CAN) 287.45
3. Crina Tofan (ROU) 251.70

Piattaforma sincro mas – Finale
1. Ling Yang-Song Yuan (CHN) 401.97
2. Igor Vnukov-German Stroev (RUS) 376.29
3. Julian Verzotto-Maicol Verzotto (ITA) 358.92

Trampolino 3 metri sincro fem – Finale
1. Xiaohui Huang-Ying Wei (CHN) 293.10
2. Tania Cagnotto-Francesca Dallapè (ITA) 261.30
3. Jana Lisa Rother-Friederike Freyer (GER) 247.20

Il programma della 2^ giornata – sabato 15 giugno
Ore 10.00
preliminari trampolino 3 metri fem
preliminari piattaforma mas
Ore 14.00
semifinali A e B trampolino 3 metri fem
semifinali A e B piattaforma mas
Ore 18.00 – differita Rai Sport + HD da 00.15 e in diretta streaming su www.raisport.rai.it
finale piattaforma fem
con Noemi Batki e Sarah Jodoin Di Maria
finale trampolino 3 metri mas
con Lorenzo Marsaglia e Giovanni Tocci

 





 

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Foto Giorgio Perottino/deepbluemedia.eu