Rally Sardegna 2019: incidente e ritiro per Ogier! Sordo al comando ma Tanak è vicino e allunga su Neuville

La prima vera giornata di gara nella sedicesima edizione del Rally di Sardegna è stata ricca di colpi di scena e problemi anche per i migliori piloti del WRC, ma alla fine sorride piuttosto nettamente all’estone Ott Tanak che allunga in maniera importante su Thierry Neuville e vede il leader del Mondiale Sebastien Ogier costretto al ritiro per un grave errore di guida sul finire di mattinata. La testa della corsa è però occupata dallo spagnolo Dani Sordo (Hyundai), abile a sfruttare una piccola flessione del pilota della Toyota Yaris nelle ultime speciali, con dieci secondi sul finlandese della Ford Teemu Suninen, sorprendente secondo.

Questo venerdì è iniziato subito con le sorpresa Ford Fiesta che ha piazzato al comando Suninen, seguito a ruota dalla prima guida Elfyn Evans, guadagnando, pronti – via, più di dieci secondi sui tre favoritissimi di tappa; la Finlandia ha raddoppiato le forze con Jari-Matti Latvala, che ha approfittato della Castelsardo 1 per inserirsi in seconda posizione, mentre dalla pancia del gruppo cominciavano a riemergere sia Sordo che Tanak. Le Hyundai di Neuville e Andreas Mikkelsen sono state le uniche a optare per gli pneumatici medi invece di duri e la scelta non ha certamente pagato i dividendi, con entrambe le vetture fin da subito in estrema difficoltà con l’usura. In SS4 e SS5 Latvala prende il comando davanti a Tanak, Sordo e Evans visti i piccoli problemi di Suninen ma il colpo di scena arriva da Ogier che, già in ritardo e costretto a forzare per recuperare, dopo appena un km nella Monte Baranta 1 prende troppo stretta una curva e centra una roccia, distruggendo la sospensione anteriore sinistra, ed è costretto a parcheggiare la sua Citroen, ritirandosi clamorosamente dal Rally.

Il pomeriggio si apre con altri grossi colpi di scena: nella sesta speciale Latvala cede alla pressione della testa della corsa ribaltandosi in un tornantino e abbandonando ancora una volta ogni speranza di gloria, poi la Castelsardo 2 viene interrotta dopo soli tre passaggi per un malore di uno spettatore che ha costretto la direzione gara ai soccorsi e a cancellare definitivamente la prova. Si riparte con le ultime due speciali e Neuville continua ad avere enormi problemi di gomme, la Hyundai è totalmente fuori controllo e il ritardo del belga cresce di km in km arrivando vicino al minuto totale con il quale dovrà ripartire domani; ancora in piena lotta per il successo ci sono anche Evans e Mikkelsen, che sono riusciti a contenere il ritardo attorno ai venti secondi dalla testa.

Grave l’errore di Ogier in ottica campionato del mondo, con Tanak che può sfruttare l’enorme occasione di ritrovarsi in testa con margine domenica sera se dovesse evitare a sua volta problemi. Neuville invece dovrà prestare particolare attenzione alla rimonta, cercando di non esagerare e magari sfruttare la Power Stage conclusiva per limitare i danni nei confronti del rivale estone. Sordo invece ha la grande occasione di bissare l’unico successo ottenuto in carriera in un Rally, quello del 2013 in Germania, ma dovrà partire affrontando con coraggio la giornata di domani che si presenta la più lunga e impegnativa.

CLASSIFICA PROVVISORIA DOPO 9 SPECIALI SU 19 RALLY SARDEGNA 2019:

POS # DRIVER TIME DIFF PREV DIFF 1ST
1. 6 ESPD. SORDO 1:36:01.5
2. 3 FINT. SUNINEN 1:36:12.3 +10.8 +10.8
3. 8 ESTO. TÄNAK 1:36:12.7 +0.4 +11.2
4. 89 NORA. MIKKELSEN 1:36:21.7 +9.0 +20.2
5. 33 GBRE. EVANS 1:36:21.8 +0.1 +20.3
6. 5 GBRK. MEEKE 1:36:31.0 +9.2 +29.5
7. 11 BELT. NEUVILLE 1:36:59.2 +28.2 +57.7
8. 4 FINE. LAPPI 1:37:05.0 +5.8 +1:03.5





Twitter: MickBrug

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse