Fare quadrato per la salvezza, i tifosi spingono la Fiorentina. A Parma la vivono come una finale

Ieri la visita di Andrea Della Valle al Centro Sportivo per stare vicino alla squadra e per spronare i ragazzi di Montella, chiamati domani ad una partita vera

La Fiorentina sta vivendo una vigilia inaspettata, a tratti surreale, di cui non si sentiva francamente il bisogno. C’è chi crede che una retrocessione sia impossibile e chi si sente sdrucciolare proprio sul traguardo. Tifo viola diviso, come spesso accade di recente, ma di oggettivo c’è che ancora manca la matematica. I calcoli sono iniziati da una settimana, la finale di Coppa Italia vinta dalla Lazio ha eliminato la corsa al settimo posto ed in tanti hanno letto questo aspetto come negativo, in relazione al minor entusiasmo che il Torino potrà avere sul campo dell’Empoli. E’ anche vero, però, che se il Toro vuole sognare di agganciare Milan o Roma fino all’ultima giornata, deve necessariamente ottenere i tre punti al Castellani.

Punti di vista. Ciò che conta di più è la partita della Fiorentina, che ha chiaramente in mano il proprio destino. Al Tardini si affronteranno le due peggiori squadre del momento. I numeri, impietosi, del girone di ritorno di Fiorentina e Parma li avete letti tutta la settimana. A Parma vivranno la sfida come una sorta di finale. Di ultima spiaggia. All’ultima giornata, la trasferta in casa della Roma, è bollata come proibitiva un po’ da tutti. Per questo c’è la volontà di far punti contro la moribonda Fiorentina di questo periodo. Stadio quasi sold-out, da Firenze arriveranno in circa 1.000. Perché il messaggio della tifoseria è stato chiaro: tutti uniti per la salvezza, dal 27 maggio si parlerà di altro.

Tanti problemi in difesa per D’Aversa, che deve fare a meno del leader Bruno Alves. Montella, il proprio leader, lo valuterà fino all’ultimo istante. Pezzella vuole giocare, non è tipo che si estranea dalla lotta quando la situazione si fa critica. Vuole esserci ad ogni costo. Ci sarà anche Veretout, che dovrà necessariamente provare ad invertire il trend del proprio rendimento, in attesa che il vortice del mercato lo porti lontano da Firenze. Questo, oggi, poco conta. L’importante è che scenda in campo con determinazione e lucidità, ingredienti mancatigli nell’ultimo periodo.

Andrea Della Valle ieri ha assistito all’allenamento, ha pranzato con il gruppo ed ha avuto modo di parlare con i giocatori. In campo non sono attese particolari sorprese, al netto della valutazione di Pezzella e di qualche altro acciaccato come Edimilson e Laurini. Davanti possibile conferma per Chiesa, Muriel e Mirallas, con Simeone pronto ad entrare dalla panchina. Anche se nelle ultime settimane il primo cambio in attacco è sempre stato Vlahovic. Segnali precisi, per il presente e per il futuro.

L’articolo Fare quadrato per la salvezza, i tifosi spingono la Fiorentina. A Parma la vivono come una finale sembra essere il primo su fiorentina.it.